Ultimi colpi dal mercato di settembre

Bosconero, 2 Settembre 2006

SE MAOMETTO NON VA ALLA MONTAGNA..:
Ribaltone dal mercato settembrino
(Articolo di Maurizio Mosca)

Dopo aver inutilmente cercato di portare Calderan al Rivara offrendo in cambio tutto Barioli, meta' Vernetto e un quarto di Bue di Carru', il capitano della nazionale UISP Enzo Martino ha deciso che pur di giocare con Marco sarebbe passato al Real Mamerto.
L'accordo col presidente Ludi e' stato raggiunto nel giro di poco tempo, al Rivara andranno in cambio i proventi di un'amichevole in programma il 9 settembre a Parella tra la vecchia e la nuova squadra di Enzo mister.
L'ufficialita' del passaggio e' stata data ai media nel corso di una conferenza stampa allestita al campo di Bosconero, dove si e' tenuta la prima amichevole della stagione del Real Mamerto, vediamo nella foto il momento dell'assegnazione della mitica maglia numero 10, appartenuta finora al vecchio bomber presidente.
Ora dal Mamerto ci si aspetta un salto di qualita' non indifferente, puntando decisamente allo scudetto..

Rivarolo, 4 Settembre 2006

Dolce segue il Mister.
(Dal Prociesso di Biscardi)

Il Passaggio di Martino al Real crea uno scossone al Calciomercato.
Dolce, convinto di poter portare a casa i gioielli di Casa Rivara (P e Cortina) per poi arrivare ad ottenere il s dal Mister, abbandona i Blues per accasarsi con la squadra delle Camisete Rohe!!!
Il Real Mamertino diventa quindi LA SQUADRA DA BATTERE!!!!

Roma, 5 settembre 2006

Rivara e Blues ricorrono al TAR del Lazio
(Giampiero Galeazzi)

Presi in contropiede dalle decisioni dei loro giocatori di maggior spicco di abbandonarli per andare nel Real Mamerto, temendo che altri gioielli prendessero la stessa decisione, Blues e Rivara si sono rivolti immediatamente al TAR del Lazio, rischiando l'eventuale penalizzazione in campionato, dichiarando che nella trattativa non si sono seguiti i sacri crismi del calciomercato, interrogato Moggi ha dichiarato che non ne sapeva nulla, ne' tantomeno la GEA ne era stata informata, pertanto il TAR del Lazio ha accolto il reclamo delle due grandi squadre, annullando tutti i passaggi avvenuti nel mese di settembre tra le societa' interessate all'affaire Martino..
Il presidente del Real Mamerto, ascoltato in serata, dichiara: "Sono dispiaciuto della decisione del TAR, ma per il bene del campionato UISP che rischiava uno slittamento a novembre, accetto la sentenza ingiusta che ci viene imposta senza ricorrere alla corte suprema di Bruxelles, rimettero' gia' fin da sabato prossimo la maglia n. 10, e giochero' per altri sedici anni almeno, finche' Francesco, il mio splendido nipotino nato proprio oggi, potra' essere tesserato nel Real Mamerto e giocare con papa' Stefano e nonno Ludi".
In tutto questo tramblement, rimane un mistero fitto fitto: che fine ha fatto il quarto di bue di Carru' promesso da Martino per avere Calderan?

Torna indietro